Articoli

Tour2Include: L’integrazione dei migranti nelle professioni legate al turismo

Percorsi educativi per l’empowerment e l’upskilling dei migranti

Tour2Include è un progetto internazionale co-finanziato dal programma Erasmus+ della Commissione europea che mira a stabilire un approccio innovativo che supporti i migranti poco qualificati che vogliono lavorare nel settore del turismo ad acquisire le necessarie e tipiche soft skills. Nel fare ciò, il progetto si concentra su opportunità di formazione mirate per offrire migliori prospettive di carriera ai migranti, evitando così il lavoro nero e l’emarginazione.

Il 15 aprile 2021, il Consorzio di Tour2Include si è riunito per la terza riunione transnazionale e ha avuto l’opportunità di fare il punto sulla realizzazione del progetto e sul suo ulteriore sviluppo.

Dopo un breve benvenuto e un’introduzione da parte di Social Impact, i partner sono passati a (ri)discutere i risultati chiave emersi dalla valutazione dei bisogni di qualificazione e formazione dei migranti. Concluso nell’ottobre 2020 e formalmente guidato dal partner italiano CESIE, il suddetto compito è stato svolto a livello nazionale da tutte le organizzazioni (per un totale di tre country report) e ha identificato diversi bisogni di formazione e aggiornamento che possono essere suddivisi in tre cluster principali:

Sulla base di questi risultati, i partner hanno fatto un brainstorming sulla struttura di un programma di formazione affidabile che sia coerente, affidabile, relazionabile e, soprattutto, in grado di affrontare e ridurre gli squilibri di competenze dei migranti. Dopo aver raccolto gli input di tutti i partner, l’organizzazione greca AKMI ha condiviso il contenuto previsto come materiale di formazione. In totale il partenariato ha prodotto 5 moduli di formazione incentrati su:

  • Competenze trasversali generali
  • Competenze interculturali
  • Abilità communicative
  • Competenze legate al turismo
  • Competenze digitali (Applicazioni di base del computer e alfabetizzazione web)

Ogni modulo è progettato in ulteriori sotto-unità (cioè, unità didattiche), ognuna delle quali si concentra su un segmento specifico dell’argomento. Durante l’incontro, i partner hanno rivisto i risultati di apprendimento attesi da ogni modulo di formazione (assicurando la loro coerenza con i bisogni dei destinatari e la loro legittimità in considerazione dello scopo generale del progetto) e la struttura generale del materiale in termini di contenuto, immagini ed estetica.

Ora i partner si immergeranno nel consolidamento del Glossario e delle istantanee del profilo culturale, due documenti previsti come ulteriore materiale di supporto all’insegnamento e all’apprendimento.

Il concetto di un Glossario nasce dall’idea di proporre una sezione per i discenti che fornisca loro una sorta di riassunto dei risultati chiave (cioè un dizionario dei risultati di apprendimento); mentre l’idea di un Profilo Culturale Snapshot nasce dall’opportunità di offrire ai discenti informazioni essenziali relative al turismo e alla cultura del paese ospitante (rappresentato dal consorzio).

In seguito, il partner italiano IDP ha condiviso con il consorzio i risultati che i partner stanno ottenendo in termini di comunicazione e consapevolezza del progetto in generale. Le attività di divulgazione (cioè il mainstreaming formale delle attività, dei risultati e dei deliverable del progetto) sono estremamente rilevanti perché aumentano la visibilità del progetto a livello internazionale, il suo “effetto presa” sugli stakeholder rilevanti e ulteriori opportunità di impatto.

IDP European Consultants è il leader di Dissemination. Ci occupiamo del monitoraggio della diffusione del progetto e suggeriamo ai partner qualsiasi strategia per migliorare la loro strategia di comunicazione. Dall’inizio del progetto, abbiamo condiviso il dissemination plan e tutti gli strumenti di monitoraggio.

Per ulteriori informazioni sul progetto, visitate il sito: https://socialimpact.eu/tour2include

Seguiteci su:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram