Articoli

Risultati basati sull’evidenza delle tendenze e delle dinamiche dell’apprendimento degli adulti: IDP European Consultants ha partecipato al secondo incontro transnazionale del progetto LEAP

30 giugno 2021

IDP European Consultants ha partecipato al secondo incontro transnazionale di LEAP (Local Adult Education Policy), un progetto cofinanziato dal programma Erasmus Plus della Commissione europea, che riunisce sette Partner provenienti da sei Paesi (Belgio, Ungheria, Italia, Romania, Slovacchia, Spagna). L’incontro si è tenuto in modalità online a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia di COVID-19.

L’obiettivo principale dell’incontro è stato quello di presentare i progressi raggiunti nell’Intellectual Output 2: la disamina della letteratura, i country report, gli strumenti e le buone pratiche, e le survey, compresa un’analisi dettagliata da parte di ogni Partner. L’IO2 è composto da attività di ricerca primarie e secondarie. In particolare, i Partner si sono concentrati sulla revisione di documenti strategici, studi, ricerche, articoli e altre fonti e risorse rilevanti.

I risultati presentati dai Partner confermano la rilevanza del progetto. Infatti, è stata riscontrata una mancanza di informazioni da parte dei responsabili delle politiche locali per quanto riguarda le politiche europee nel campo dell’Educazione degli Adulti (AE) e del LLL (Life Long Learning).

Il Partenariato ha anche iniziato a discutere l’Intellectual Output 3, condividendo consigli per una futura implementazione.

È seguita una breve rassegna di considerazioni sulla Dissemination e la Quality Assurance.

Il progetto LEAP risponde alla necessità di aumentare la partecipazione degli adulti nell’apprendimento formale, non formale e informale stabilita a livello locale, nazionale e comunitario. Data l’evidenza di uno scollamento tra il livello macro della politica (dimensione UE) e il livello micro (dimensione locale/regionale), LEAP si rivolge direttamente ai decisori locali e allo staff tecnico delle autorità locali per assicurarsi che siano consapevoli dell’importanza dell’AE e che siano preparati ad elaborare politiche locali di impatto sull’AE. Per aumentare l’efficacia delle strategie, tuttavia, il progetto incoraggia la cooperazione con il più ampio ecosistema AE e quindi si rivolge anche all’intera gamma di attori coinvolti nell’AE, come i fornitori di istruzione, i centri di apprendimento, i centri culturali e la società civile.

Il sito web di LEAP è ora online all’indirizzo https://leap2local.eu, e fornisce informazioni specifiche sugli obiettivi, le attività e i risultati del progetto. Gli utenti possono accedere gratuitamente alla piattaforma OER di LEAP e ai suoi risultati multilingue, non sono richieste credenziali di accesso.

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su LEAP e altre iniziative IDP:

Sito web: https://leap2local.eu

Seguiteci:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram

Digital Skills for an Ageing Europe: L’identità online del Progetto DISK sta prendendo forma

Con l’aumento dell’aspettativa di vita, la popolazione europea che invecchia rapidamente continua a crescere di numero. Secondo l’Eurostat, una persona su quattro avrà più di 65 anni entro il 2050; le politiche sociali per gli anziani in Europa spesso trascurano l’apprendimento permanente, e questo anche se la sostenibilità dei sistemi di protezione sociale si basa sull’autonomia e sulla partecipazione comunitaria della popolazione anziana.

A causa di queste lacune, Digital Skills for an Ageing Europe (DISK) adotterà un approccio intersettoriale e sensibile al genere e capitalizzerà la preziosa esperienza dei suoi partner (otto organizzazioni provenienti da sei Paesi diversi) per fornire agli anziani opportunità di formazione innovative e su misura.

I partner svolgeranno le seguenti attività:

  1. Sviluppare una piattaforma OER dedicata accessibile a tutti, gratuitamente, in modalità full Open Access e in versioni multilingue (EN, FR, GR, IT, MK, ES) dove saranno pubblicati tutti i contenuti prodotti.
  2. Sviluppare corsi e-learning altamente interattivi per migliorare la memoria e le capacità di apprendimento degli anziani, aiutarli a familiarizzare con servizi pratici come acquisti online, prenotazioni, ecc. con l’obiettivo di migliorare le loro capacità cognitive e la loro salute, nonché prevenire il declino delle abilità e la demenza.
  3. Sviluppare linee guida per facilitare l’adozione di Digital Skills for an Ageing Europe per sostenere i risultati del progetto oltre il cofinanziamento Erasmus e ampliare la sua portata.

Fin dall’inizio del progetto, i partner stanno collaborando per stabilire la presenza online e l’identità visiva del progetto.

Sotto la preziosa guida dei partner greci e spagnoli (Mathemagenesis e Internet Web Solutions, gli specialisti di IT e Web design del nostro consorzio), i partner sono in procinto di finalizzare gli asset digitali del progetto.

Con una precisione approfondita, tutte le organizzazioni partecipanti sono coinvolte nella progettazione della piattaforma OER in termini di valutazione della sua facilità d’uso.

Finora, l’implementazione della piattaforma è stato un processo facile e senza intoppi; la comunicazione e la collaborazione tra i partner permettono grande efficacia e dinamismo.

Allo stesso tempo, i partner stanno facendo delle riflessioni su possibili linee di intervento per lo sviluppo di corsi e-learning altamente interattivi per migliorare la memoria e le capacità di apprendimento degli anziani, per aiutarli a familiarizzare con servizi pratici come lo shopping online, le prenotazioni, ecc. al fine di migliorare le loro capacità cognitive e la loro salute, oltre a prevenire il declino delle abilità e la demenza.

Il campo di lavoro è stato diviso in quattro macro aree, in conformità con le raccomandazioni scientifiche per la prevenzione del declino mentale:

  • Memoria: capacità visiva, verbale e spaziale di immagazzinare e recuperare informazioni in caso di necessità
  • Funzioni esecutive: abilità come il ragionamento, la pianificazione, la regolazione dei comportamenti
  • Percezione: come interagiamo con l’ambiente
  • Attenzione: elaborazione di stimoli visivi e uditivi, selezionando e distinguendo “rilevante” da “non rilevante”

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su DISK e altre iniziative IDP:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram