Contenuti formativi e soluzioni operative per adottare lo smart working: la piattaforma SWIFT SME è finalmente disponibile

Nei primi mesi del 2020, mentre le infezioni di COVID-19 aumentavano in tutto il mondo, agli imprenditori e ai datori di lavoro è stato chiesto di chiudere le loro attività e, se possibile, di trasferire tutto il loro lavoro online, costringendoli ad attuare soluzioni di telelavoro che, in molti casi, non erano mai state sperimentate prima.

Un ampio campione di risultati che emergono da fonti europee (I dati si riferiscono all’ Eurostat. Individuals’ level of digital skills, 2019 & The Digital Economy and Society Index (DESI) 2020) conferma che le PMI europee e la loro forza lavoro interna mancano di una forte e affidabile cultura digitale/ICT (in particolare quelle situate nell’area mediterranea e balcanica); un gap di competenze che nel corso del post-crisi ha esacerbato le lacune preesistenti in termini di opportunità di sostenibilità finanziaria a lungo termine.

Le PMI dell’UE sono le più colpite dagli effetti negativi della pandemia COVID-19: L’Europa ha “chiuso i battenti”, e mentre le grandi aziende hanno sistemi in atto per implementare il telelavoro e lo smart working, le PMI (soprattutto le microimprese) non hanno sistemi ICT in atto né politiche per il loro personale per lavorare a distanza.

SWIFT SME affronta la sfida di dotare le micro e le PMI di tutta Europa di strumenti e mezzi per adottare il telelavoro come nuova soluzione competitiva per operare nel nuovo scenario di business.

Il progetto biennale è cofinanziato dal programma Erasmus+ della Commissione europea e riunisce un Consorzio di sei organizzazioni di cinque Paesi (Belgio, Germania, Italia, Romania e Spagna).

Come primo risultato del progetto, la partnership strategica ha sviluppato, testato e pubblicato online la piattaforma ufficiale Open Educational Resource (OER). La piattaforma di SWIFT SME è in versione multilingue e la sua consultazione è completamente gratuita senza necessità di credenziali di accesso; nei due anni successivi, la piattaforma OER pubblicherà le tappe raggiunte dalla partnership, ovvero:

  • Analisi transnazionale da fonti secondarie e primarie che mappano le dinamiche quantitative e qualitative relative al fenomeno dello smart working e del telelavoro tra microimprenditori e PMI
  • Strumenti di formazione e soluzioni operative per facilitare una transizione fluida verso nuovi modelli di business che abbracciano il paradigma del lavoro da remoto
  • Linee guida per sostenere la replicabilità del progetto in modo da estendere l’impatto di SWIFT SME oltre il suo naturale ciclo di vita

Estremamente rilevante è anche la sezione COMMUNITY della Piattaforma: stakeholder privati e pubblici nel campo dell’imprenditoria, della formazione digitale, della consulenza aziendale, ecc., potranno unirsi alla comunità di esperti di SWIFT SME rimanendo aggiornati sui risultati e sulle attività del progetto.

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su SWIFT SME e altre iniziative IDP:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram

EU INDUSTRY DAY 2021 – IDP partecipa a “The Green Factory – Local Event per l’Abruzzo”

Il 18 e 19 Marzo 2021, IDP European Consultants prenderà parte all’evento “The Green Factory – Local Event per l’Abruzzo”, organizzato da INNOVALLEY, INVITALIA e HUBRUZZO nell’ambito degli EU INDUSTRY DAYS 2021. Nonostante le restrizioni derivanti dalla pandemia COVID-19, la due giorni di conferenza online riunirà esponenti del mondo accademico, industriale, del terzo settore e pubblico-privato.

Coinvolgendo referenti di rilievo a livello regionale e nazionale, quali realtà industriali e imprenditoriali, istituzioni, Università e centri di ricerca, startup e grandi aziende, questa due giorni di dibattito sarà suddivisa in tavoli di lavoro tematici: Politiche regionali e nazionali, Mobilità, Energia, Industria, Innovazione, Fondi e Investimenti, per tracciare insieme alcune traiettorie verso un’economia fondata sulla salvaguardia delle risorse naturali e sullo sviluppo delle nuove tecnologie verdi per le industrie.

In particolare, Giulia Costantino, Founder e Senior Partner di IDP, modererà il panel “THE GREEN REGION”, in programma il 18 Marzo 2021 a partire dalle ore 10:00, che coinvolgerà policy makers e organizzazioni che operano nell’ambito dello sviluppo di opportunità per le PMI.

Maggiori informazioni

ISCRIVITI ORA

SCARICA IL PROGRAMMA

AKKUEurope: Regolazione della capacità lavorativa nelle piccole e micro imprese dell’UE attraverso strumenti multimediali

Iniziato ufficialmente nel novembre 2020, AKKUEurope è un progetto internazionale cofinanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Erasmus+.

Le micro, piccole e medie imprese svolgono un ruolo importante nell’economia europea, ma sono particolarmente colpite dalla carenza di giovani talenti, in quanto non sono in grado di competere con i servizi offerti dalle medie imprese e dalle grandi aziende sotto vari aspetti (ad esempio, sicurezza del lavoro, livelli di retribuzione, opportunità di promozione). Le micro, piccole e medie imprese possono e devono reagire a ciò prestando particolare attenzione al mantenimento della workability e dell’occupabilità della loro attuale forza lavoro.

L’obiettivo del progetto AKKUEurope è lo sviluppo sistematico e la convalida di una “cassetta degli attrezzi” multimediale adatta al gruppo target basata su strumenti esistenti, insieme ai proprietari e ai dipendenti delle micro, piccole e medie imprese selezionate. Finora, grazie al prezioso contributo del partner spagnolo Internet Web Solutions (IWS), i Partner hanno raggiunto un risultato molto importante: il testing and validation della Piattaforma Online Educational Resource (OER) associata al progetto. La piattaforma OER è liberamente disponibile per tutti gli utenti (non sono richieste credenziali di accesso) e in versione multilingue (EN, DE, IT, MK, PL, ES), in modo da diffondere l’impatto e la visibilità del suo contenuto.

Per i prossimi due anni, la piattaforma ospiterà le notizie sul progetto, i risultati prodotti dal partenariato e le informazioni rilevanti che affrontano il tema della workability in Europa.

Ogni sezione della piattaforma è il “deposito” digitale di una serie di fonti e risorse che i partner svilupperanno e implementeranno nei prossimi due anni.

Particolarmente rilevanti saranno l’ANALISI degli strumenti esistenti per l’occupabilità e il successivo TOOLBOX – due risultati strategici del progetto.

L’analisi degli strumenti esistenti segue due criteri principali:

  • Qual è la dimensione organizzativa contemplata da questi strumenti?
    • Salute e rendimento
    • Conoscenze, abilità tecniche (competenze)
    • Valori, comportamenti, motivazione
    • Ambiente di lavoro, organizzazione del lavoro, leadership
  • Qual è l’impatto previsto?
    • Aumentare la consapevolezza sull’argomento
    • Analisi e valutazione dello stato attuale delle dinamiche di workability
    • Implementazione di nuovi modelli di workability

Sulla base del catalogo dei criteri, il consorzio di esperti del progetto selezionerà almeno 30 strumenti per il toolbox che possono essere utilizzati in tutta Europa. Gli strumenti selezionati saranno adattati ai bisogni delle micro e delle PMI per il mutuo beneficio dei datori di lavoro e dei lavoratori.

Molto importante ai fini della dissemination e della visibilità è la sezione ASSOCIATI: gli stakeholder nel campo dell’imprenditoria, della cultura organizzativa, della consulenza aziendale, ecc. potranno unirsi alla comunità di pratica di AKKUEurope rimanendo aggiornati sui risultati e sulle attività del progetto.

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su AKKUEurope e altre iniziative IDP:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram


Cybersecurity per microimprese e PMI: adattare soluzioni concrete di formazione secondo le loro esigenze

Lanciato ufficialmente alla fine del 2020, Cyber-MSME è un progetto internazionale co-finanziato dal programma Erasmus+ della Commissione europea. Il progetto riunisce sei Partner di cinque Paesi diversi (Belgio, Italia, Polonia, Romania e Spagna) che nei prossimi due anni lavoreranno insieme per sviluppare, testare, consolidare e stabilire soluzioni formative e linee guida operative per supportare le PMI europee nelle loro priorità strategiche nel campo della preparazione digitale e della cyber-efficacia.

Dei quattro risultati principali discussi durante la proposta, uno è già stato raggiunto: la creazione della piattaforma OER (Open Education Resource) di Cyber-MSME.

La piattaforma garantisce la visibilità online del progetto e, in primo luogo, costituisce una vetrina di tutti i principali traguardi raggiunti dai partner strategici nei 24 mesi di attuazione del progetto.

Ogni sezione della piattaforma è un deposito digitale di dati e risorse a disposizione degli utenti. La piattaforma è in versione multilingue e liberamente accessibile (non sono necessarie credenziali di accesso).

Particolarmente rilevanti sono le pagine MAPPING e TRAINING: un e-archivio formale dell’analisi transnazionale condotta sullo stato della resilienza informatica tra le PMI europee e gli strumenti di formazione elaborati coerentemente con i risultati emersi dalla precedente.

La sezione NEWS sarà aggiornata in base alle necessità con i progressi del progetto e altre informazioni rilevanti provenienti dal cyber-ecosistema dell’UE; sia gli stakeholder pubblici sia privati che operano nel settore menzionato possono rimanere facilmente aggiornati sullo sviluppo di Cyber-MSME unendosi agli ASSOCIATI del progetto, allargando la sua “comunità di esperti” e contribuendo proattivamente alla sua diffusione e visibilità internazionale.

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su Cyber-MSME e altre iniziative IDP:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram



Valutare l’offerta di istruzione per adulti: la piattaforma CREATE2Evaluate come risorsa online aperta per i policy maker locali

CREATE2Evaluate è un progetto internazionale co-finanziato dal programma Erasmus+ che mira a migliorare le prestazioni e l’efficienza nell’educazione degli adulti (AE) affrontando il divario tra le strategie UE/nazionali e l’attuazione locale/regionale, nonché la sfida di formulare una politica AE appropriata. L’obiettivo è quello di consentire ai policy maker di coordinare e pianificare meglio la linea politica, condividere le esperienze e migliorare la cooperazione interregionale e transfrontaliera.

Il progetto è il seguito ufficiale di un progetto precedente (Competitive Regions and Employability of Adults through Education), che è durato dal 2017 al 2019; il partenariato CREATE2 vuole capitalizzare il successo di ‘CREATE’ alimentando la sua eredità con aggiornamenti significativi e coerenti che stimoleranno ulteriormente il dibattito intorno al ruolo della valutazione nelle strategie e nel ciclo delle politiche nel dominio dell’AE per migliorare l’immagine della valutazione – non come un mezzo per trovare colpe e puntare il dito, ma come un modo per migliorare i processi e i risultati a vantaggio di tutti i coinvolti.

Dei quattro output intellettuali previsti durante la proposta, il primo è già stato completato; il Consorzio è lieto di presentare la piattaforma ufficiale CREATE2 Online Educational Resource: la vetrina virtuale del progetto e il deposito online di tutti i principali risultati e prodotti raggiunti dal Partenariato Strategico.

La Piattaforma è in versione multilingue (inglese, tedesco, italiano, polacco, rumeno, spagnolo) ed è completamente gratuita per la consultazione, senza credenziali di accesso richieste.

La piattaforma rappresenta il principale mezzo di visibilità del progetto per la sua integrazione e diffusione. Ogni sezione della piattaforma è una risorsa a sé stante per avere un’idea completa dei risultati e degli input del progetto.

Particolarmente rilevante è il Pacchetto CREATE in cui i partner hanno raccolto tutte le principali risorse provenienti dall’eredità del precedente progetto ‘CREATE’. Questa sezione sarà aggiornata non appena saranno finalizzate nuove fonti rilevanti.

Per rimanere aggiornati sullo sviluppo del progetto, si prega di considerare l’iscrizione al CREATE2 Associates; una “Comunità di prassi” online per le parti interessate che operano nel campo dell’educazione degli adulti e dell’apprendimento permanente. Finora, quasi 50 organizzazioni hanno deciso di prendere parte alla nostra iniziativa: la Comunità CREATE2 riunisce enti pubblici locali/regionali e promuove maggiori opportunità per il networking e lo scambio internazionale di buone pratiche.

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su CREATE2Evaluate e altre iniziative IDP:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram

La piattaforma LEAP è finalmente online: un archivio digitale per la pianificazione strategica delle politiche locali di educazione degli adulti

Il progetto LEAP risponde alla necessità di aumentare la partecipazione degli adulti nell’apprendimento formale e non formale stabilita a livello locale, nazionale e comunitario. Data l’evidenza di una disconnessione tra il livello macro della politica (dimensione UE) e il livello micro (dimensione locale/regionale), LEAP si rivolge direttamente ai decisori locali e allo staff tecnico delle autorità locali per garantire che siano consapevoli dell’importanza dell’Adult Education e che siano preparati a redigere politiche locali di impatto sull’AE. Per aumentare l’efficacia delle politiche, tuttavia, il progetto incoraggia la cooperazione con il più ampio ecosistema AE e quindi si rivolge anche all’intera gamma di attori coinvolti nell’educazione degli adulti, come i fornitori di istruzione, i centri di apprendimento, i centri culturali e la società civile.

Finora, la partnership strategica di LEAP ha già raggiunto un importante output intellettuale dei quattro formalmente previsti e progettati durante la proposta: la piattaforma LEAP Open Educational Resource (OER) guiderà gli operatori politici locali dell’UE nel campo dell’educazione degli adulti (AE) e del Long Life Learning (LLL) a scoprire il progetto, la partnership, i risultati ottenuti dal Consorzio e le opportunità UE e internazionali per migliorare e rafforzare le politiche locali di educazione degli adulti.

Gli utenti possono accedere alla piattaforma LEAP OER e ai suoi risultati multilingue in modo completamente gratuito, non sono richieste credenziali di accesso, e possono rimanere costantemente aggiornati sui risultati del progetto iscrivendosi alla Community of Practice digitale pubblicata dal Consorzio su EPALE.

Ogni sezione della piattaforma è una vetrina completa su tutti i compiti conclusi dal partenariato in un lasso di tempo specifico e relativi alle tappe essenziali del progetto:

  • La sezione “MAPPATURA” presenterà i risultati che emergono dalla valutazione di tale scollamento tra il quadro comunitario e le azioni pratiche avviate a livello locale e regionale;
  • La sezione “FORMAZIONE” è concepita come un kit di strumenti pratici e operativi per i policy makers locali per perfezionare le loro azioni strategiche in maggiore coerenza con le linee guida dell’UE, le migliori pratiche internazionali e i casi di studio, in modo da migliorare la loro comprensione delle priorità e dei programmi dell’UE nel campo dell’AE e dell’LLL;
  • La sezione “GUIDA” integra le strategie attuabili e i passi chiave operativi per sostenere la replicabilità del progetto oltre il suo ciclo di vita naturale e le organizzazioni che hanno formalmente partecipato al suo sviluppo (cioè una sorta di eredità lasciata dai partner nella speranza che molte altre organizzazioni dell’UE capitalizzino e facciano leva sulla loro esperienza per ottenere iniziative, risultati e impatti simili).

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su LEAP e altre iniziative IDP:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram


Mettere in relazione le soft skills con l’occupabilità: il progetto ESSENCE è stato ufficialmente avviato

IDP European Consultants ha partecipato al Kick-Off meeting online di ESSENCE – Enhance Soft Skills to Nurture Competitiveness and Employability, un progetto co-finanziato dal programma Erasmus+

Il 17 febbraio 2021, IDP European Consultants ha partecipato al Kick-Off Meeting online di ESSENCE (Enhance Soft Skills to Nurture Competitiveness and Employability), un progetto co-finanziato dal programma Erasmus+ della Commissione Europea, che riunisce sette partner di sette diversi Paesi (Bulgaria, Belgio, Croazia, Italia, Lettonia, Polonia e Spagna).

Il Kick-Off Meeting, ospitato dalla University of Information Technology and Management (Rzeszow – PL), era originariamente previsto a Bruxelles, ma è stato riprogrammato online a causa delle restrizioni per il COVID-19.

L’obiettivo di ESSENCE è quello di migliorare le opportunità di occupabilità per gli studenti universitari facendo leva sullo sviluppo delle soft skills. L’obiettivo è quello di massimizzare il loro impegno nel mercato del lavoro offrendo percorsi di sviluppo professionale attraverso la formazione e l’istruzione sulle competenze soft e “intangibili”. ESSENCE sviluppa e distribuisce un percorso di apprendimento flessibile e permeabile: gli utenti possono accedere e sfruttare la formazione “on-demand” e “in base alle necessità” per migliorare la loro alfabetizzazione sulle soft skills e l’autopotenziamento professionale.

Già nel 2016, gli analisti del World Economic Forum prevedevano un grande cambiamento in quelle che sarebbero state entro il 2020 le “10 migliori competenze” per l’occupabilità, il reclutamento, lo sviluppo della carriera e la competitività aziendale. Secondo il rapporto, la possibilità per i neolaureati e gli studenti universitari di competere sul mercato del lavoro dipenderebbe sempre più dalle competenze soft e relazionali, piuttosto che dalle mere competenze tecniche…

I risultati del WEF sono corroborati da numerose risorse internazionali e accademiche che indicano con grande enfasi la rilevanza delle soft skills per l’occupabilità nel nuovo decennio.

Su questa base, nei prossimi due anni ESSENCE sosterrà lo sviluppo tra gli studenti universitari di competenze intangibili e soft (come il senso di iniziativa, il pensiero critico, la creatività e la gestione delle persone) per rafforzare meglio la loro competitività e occupabilità nel mercato del lavoro; la sua metodologia innovativa si basa sulla domanda e su approcci bottom-up che porteranno i partner alla creazione di diversi risultati strategici:

  1. Piattaforma interattiva online (Piattaforma OER) in versione multilingue
  2. Rapporto transnazionale che evidenzia le soft skills “più ricercate” per l’occupabilità nel mercato del lavoro dell’UE (desk research + sondaggio condotto tra 100 datori di lavoro)
  3. Glossario aziendale online da usare come una mappa di concetti e come riferimento per orientare gli studenti nell’universo delle soft skills
  4. Corsi di formazione su misura relativi alle soft skills di autopotenziamento per l’occupabilità
  5. Eventi di visibilità nei Paesi partecipanti e consapevolezza internazionale del progetto

Inoltre, i partner prevedono che i risultati del progetto saranno diffusi, integrati e resi visibili a un pubblico complessivo di più di 4 milioni di contatti – come somma stimata dal coinvolgimento del pubblico attraverso la comunicazione offline e online.

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su ESSENCE e altre iniziative IDP:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram

Migliorare le possibilità di successo professionale nell’imprenditoria digitale – IDP European Consultants ha partecipato al 3° incontro virtuale transnazionale di DEEP

15 febbraio 2021

L’implementazione di DEEP (Digital Entrepreneurship for Employability Paths) procede senza intoppi. Nonostante l’impossibilità di viaggiare, i partner si sono incontrati online per il terzo incontro transnazionale del progetto, originariamente previsto a Malaga, Spagna.

Durante l’incontro virtuale, i partner hanno condiviso le loro esperienze sulle diverse strategie adottate nella promozione del risultato principale dell’Intellectual Output 2: “Baseline Report: Digital Entrepreneurship dynamics” (disponibile qui https://project-deep.eu/pdf/DEEP_IO2_final_revised.pdf) L’incontro è stato anche l’occasione per organizzare le attività di reporting e gestione finanziaria. Inoltre, il partner IT Internet Web Solutions ha mostrato gli ultimi aggiornamenti riguardanti lo sviluppo della piattaforma DEEP (https://project-deep.eu/): molto presto tutti i contenuti della formazione saranno disponibili online in sei lingue.

Nonostante la pandemia e l’incapacità di raggiungere le persone interessate offline, i partner sono stati proattivi nella diffusione e promozione online dei risultati preliminari di DEEP, con un grande sforzo sui social media e sugli eventi online. Nei prossimi mesi, ogni partner organizzerà conferenze online, webinar ed eventi online per presentare e sfruttare i risultati definitivi di DEEP.  

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

DEEP è un Progetto co-finanziato dal Programma Erasmus+ della Commissione Europea che coinvolge sette Partner di sei paesi (Polonia, Portogallo, Italia, Belgio, Spagna e Bulgaria). L’obiettivo principale di DEEP è quello di migliorare le possibilità di successo professionale degli studenti VET con diversi background sviluppando non solo le loro capacità imprenditoriali (o conoscenze), ma anche le loro competenze digitali. Il progetto fornisce agli insegnanti/formatori/tutor VET gli strumenti e le conoscenze necessarie per aiutare i loro studenti ad acquisire efficacemente tali competenze. DEEP propone un approccio integrato, possibile attraverso la cooperazione di partner attivi in più settori.

Per ulteriori informazioni su DEEP e altre iniziative IDP:

www.project-deep.eu  

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram

Promuovere la competitività degli imprenditori rurali: un archivio digitale delle opportunità di formazione per i giovani agricoltori

Nel settembre 2020, l’Agenzia Nazionale Erasmus+ in Bulgaria ha comunicato l’approvazione della proposta YOUNG FARMERS – Rural Entrepreneurship Leveraging Advanced training for Young farmers, nell’ambito della KA2 Cooperation for innovation and the exchange of good practices – Strategic Partnerships for vocational education and training.

Il progetto ha ufficialmente preso il via a metà dicembre con il primo incontro transnazionale online durante il quale i partner hanno avuto la grande opportunità di perfezionare e rivedere le attività, i risultati e gli esiti del progetto come originariamente previsto durante la proposta.

Una delle primissime attività è stato lo sviluppo, il collaudo e l’implementazione della Piattaforma Open Educational Resource: la principale vetrina dei risultati del progetto e il suo più grande e tangibile canale di visibilità internazionale. La piattaforma OER è disponibile in 5 lingue (EN, BG, IT, ES, PL) e tutti i suoi contenuti sono completamente disponibili gratuitamente, senza alcun tipo di log-in / identificazione richiesta all’utente.

Per i prossimi due anni, la piattaforma ospiterà e integrerà tutti i principali risultati del Partenariato; ogni sezione della piattaforma OER è una biblioteca a sé stante del suo output corrispondente.

La sezione “Mappatura” sarà l’archivio dei rapporti nazionali elaborati dai partner durante la prima metà del 2021. Ogni rapporto nazionale (uno per ogni nazione rappresentata dai Partner, ad eccezione del Belgio – il partner belga IHF sarà responsabile dell’analisi internazionale e paneuropea del fenomeno) è un’analisi approfondita delle dinamiche socio-economiche che minacciano e rafforzano la competitività dei giovani agricoltori. L’analisi farà emergere bisogni specifici / opportunità di empowerment che il Partenariato affronterà attraverso lo sviluppo, la sperimentazione e la validazione di materiale formativo dedicato – completamente disponibile gratuitamente, senza alcun tipo di limitazione per il suo accesso.  Le risorse formative saranno pubblicate su “Kit di Strumenti”. La sezione “Linee Guida” ospiterà due documenti molto importanti: le linee guida per promuovere l’adozione dei risultati del progetto e dei risultati al di là dell’ambito del partenariato e della scala del progetto; un Policy Memo che raccoglie tutte le lezioni apprese durante l’attuazione e consolida il patrimonio di conoscenze sulle dinamiche degli strumenti digitali e ICT applicati all’imprenditoria agricola da una prospettiva operativa.

Strategicamente rilevante per l’impatto diffuso del progetto è anche la sezione “Associati”: gli stakeholder nel campo dell’imprenditoria rurale, del settore primario, dell’agroalimentare, ecc., potranno unirsi alla comunità di YOUNG FARMERS; rimarranno aggiornati sulle attività del progetto, sulle novità e sui risultati.

Clicca qui per iscriverti ora

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su YOUNG FARMERS e altre iniziative IDP:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram

Migliorare le opportunità imprenditoriali valorizzando il patrimonio culturale intangibile: il sito di NICHE è online!

Il Consorzio di NICHE è orgoglioso di annunciare che il sito ufficiale del progetto è ora disponibile e aperto al pubblico al link www.nicheproject.eu . Il sito raccoglierà tutte le informazioni sul progetto, i progressi durante l’implementazione, gli obiettivi e il background, così come una sezione specifica con la descrizione dei partner coinvolti. Qui troverete anche la piattaforma OER dove tutti i risultati, i contenuti, i corsi di formazione e le linee guida del progetto saranno resi liberamente disponibili al pubblico.

NICHE è un progetto co-finanziato dal programma Erasmus+ della Commissione Europea e coinvolge un Consorzio di nove partner da sette paesi europei: Islanda, Belgio, Grecia, Irlanda, Italia, Spagna e Svezia.

L’obiettivo di NICHE (Nurturing Intangible Cultural Heritage for Entrepreneurship) è quello di migliorare l’imprenditorialità nel settore ICH (patrimonio culturale intangibile) sviluppando una formazione innovativa per la coorte di professionisti che operano nel settore ICH per promuovere iniziative imprenditoriali, migliorarne la competitività e sostenerne la crescita.

Presto nuovi aggiornamenti!

© Copyright -