Imprenditoria digitale per percorsi di occupabilità – Il rapporto di base DEEP IO2 è disponibile online!

13 ottobre 2020

Il Consorzio del progetto DEEP è lieto di annunciare che il rapporto di base IO2 “Digital Entrepreneurship Dynamics” è disponibile sulla piattaforma OER ufficiale al seguente link:

https://project-deep.eu/pdf/DEEP_IO2_final_revised.pdf

Il report, che rappresenta l’Output Intellettuale 2 “Mapping and Stock taking of Digital Entrepreneurship Dynamics”, esamina lo stato dell’arte nel campo dell’imprenditoria digitale in Europa con un focus specifico sui paesi delle organizzazioni partner (Bulgaria, Italia, Polonia, Portogallo e Spagna).

La relazione afferma che, sebbene gli strumenti dell’UE abbiano portato alla creazione di un quadro inclusivo e completo per lo sviluppo delle competenze di imprenditorialità digitale, alcuni Stati membri sembrano ancora essere in prima linea nella concettualizzazione e nell’attuazione delle iniziative politiche pertinenti. L’analisi per Paese ha rivelato alcuni ostacoli nell’attuazione delle politiche a sostegno della strategia dell’UE.

Prima di tutto, le risposte politiche relative all’imprenditorialità digitale dovrebbero essere indirizzate a diversi stakeholders. Mentre ci sono Paesi, come la Polonia, in cui l’infrastruttura è ancora in fase di sviluppo e, di conseguenza, viene prestata meno attenzione allo sviluppo delle competenze di imprenditoria digitale, in altri Paesi, come la Spagna, si pone maggiore impegno sulle modifiche al sistema educativo e sul miglioramento delle competenze umane. Tuttavia, in entrambi i Paesi, si osserva una chiara riluttanza da parte delle aziende ad impegnarsi nella trasformazione digitale e nel sistema VET. Pertanto, il coinvolgimento di diversi stakeholders è un elemento chiave per un miglioramento stabile della situazione VET.

In secondo luogo, le iniziative dovrebbero essere intraprese a più livelli – non solo nazionale, ma anche regionale e locale. In Italia, ad esempio, dove il business è ancora percepito in modo molto tradizionale, l’impegno sociale e il cambiamento delle percezioni a partire dal livello locale potrebbero essere una chiave per l’implementazione di successo della trasformazione digitale all’interno dei VET in generale. Ultimo, ma non meno importante, tutti i Paesi analizzati lottano contro le carenze nei sistemi educativi VET. Ciò include principalmente la necessità di implementare approcci educativi innovativi, nuovi metodi di apprendimento, di migliorare il rapporto tra imprese e scuole, di includere esercizi ed esperienze più pratiche da parte delle istituzioni educative, e di aggiornare gli insegnanti con adeguate competenze di imprenditorialità digitale.

DEEP è un Progetto della durata di 24 mesi, co-finanziato dal Programma Erasmus+ della Commissione Europea che coinvolge un Consorzio di 7 Partner provenienti da 6 Paesi (Belgio, Bulgaria, Italia, Polonia, Portogallo, Spagna). L’obiettivo principale di DEEP è migliorare le possibilità di successo derivanti dalla formazione professionale per studenti con background diversi, sviluppando non solo le loro capacità (o conoscenze) imprenditoriali, ma anche le loro abilità digitali. Il progetto fornisce agli insegnanti/formatori/mentori VET gli strumenti e le conoscenze necessarie per aiutare i loro studenti ad acquisire efficacemente tali competenze. DEEP propone un approccio integrato, possibile attraverso la collaborazione di partner attivi in ​​molteplici settori. Nei prossimi mesi, il Partenariato svilupperà materiale di formazione in e-learning per studenti sull’imprenditorialità digitale che sarà disponibile gratuitamente sulla piattaforma OER del progetto in 6 lingue.

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su IDP European Consultants:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram

IDP European Consultants ha partecipato al Kick-Off Meeting online di VESTA

L’8 ottobre 2020, IDP European Consultants ha partecipato al Kick-Off Meeting di VESTA (Vocational Education Solutions and Tools for fAmily enterprises), un Progetto co-finanziato dal programma Erasmus Plus della Commissione Europea, che riunisce 6 partner provenienti da 5 Paesi europei (Belgio, Germania, Italia, Slovenia e Spagna). Il KOM, originariamente previsto a Pordenone, in Italia, si è svolto in modalità online a causa delle restrizioni COVID-19.

Più di 14 milioni di Imprese a conduzione familiare in Europa forniscono il 50% del PIL e garantiscono 60 milioni di posti di lavoro. Le imprese di famiglia hanno svolto un ruolo fondamentale durante la crisi, come cuscinetto occupazionale e volano di crescita. Ciononostante, al momento, in UE non ci sono iniziative programmatiche di policy né operative e formative che siano squisitamente dedicate alle imprese di famiglia: infatti, le FB devono affrontare una serie di difficoltà aggiuntive proprio per questa loro connotazione “famigliare”. Le carenze nella regolamentazione, nelle definizioni, nel sistema di sostegno e nella formazione limitano il potenziale delle imprese familiari, aggravato dalla frammentazione tra gli Stati Membri.

L’obiettivo di VESTA è supportare la crescita e sostenere la competitività delle imprese familiari affinché esse possano svilupparsi e continuare a giocare quel ruolo cruciale di cuscinetto sociale e motore economico della crescita, attraverso lo sviluppo di strumenti innovativi e risorse formative che rispondono ai bisogni identificati dalle istituzioni UE. In tale contesto, VESTA è dedicata alle imprese di famiglia (in particolar modo le piccole e micro imprese), ai fornitori di servizi VET formali e non formali e ai rappresentanti di gruppi di utenti, facilitatori delle FB e membri di associazioni di sostegno, ai media e a tutti coloro che sono interessati nella gestione aziendale familiare.

Durante il KOM, il consorzio nel suo insieme ha discusso del calendario complessivo di attuazione del progetto, definendo le tempistiche ed i rispettivi compiti nei mesi successivi. In particolare, il partenariato caricherà la piattaforma OER entro la fine del 2020: il sito ufficiale di VESTA rappresenterà un archivio di output, risultati, notizie e contatti del progetto. Seguirà un’attività di mappatura al fine di identificare le principali tendenze, problematiche, buone pratiche e sistemi di supporto alle politiche nei Paesi rappresentati nel consorzio. Questa attività di mappatura culminerà in una relazione finale sullo stato dell’arte dell’educazione all’imprenditorialità per le imprese familiari in Europa e rappresenterà la base per lo sviluppo di corsi e strumenti di formazione.

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su VESTA e altre iniziative di IDP European Consultants:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram

Fair Food for a Smart Life: FAIRFOOD è stato approvato!

Nel settembre 2020 l’Agenzia Nazionale spagnola Erasmus+ – SEPIE ha comunicato l’approvazione della proposta FAIRFOOD – Fair Food for a Smart Life, nell’ambito della KA2 Cooperation for innovation and the exchange of good practices – Strategic Partnerships for vocational education and training.

È ampiamente dimostrato che un’alimentazione corretta è fonte di salute e longevità, sebbene i cambiamenti socioeconomici abbiano portato molte persone ad alimentarsi in modo scorretto, con seri rischi e costi a lungo termine. Da qui, il vantaggio di ritornare al cibo tradizionale, più semplice e più sano, ma che rischia di scomparire a causa del cambiamento delle abitudini alimentari favorito dalla globalizzazione, è di fondamentale importanza.

Lo scopo del progetto Fair Food for a Smart Life è quello di contribuire al miglioramento della salute attraverso un’educazione all’alimentazione ispirata al modo in cui si nutrivano i nostri antenati, con prodotti naturali, tipici del territorio, trattati in modo semplice e di stagione, contribuendo allo stesso tempo a conservare un’eredità gastronomica e culturale europea. La ricca cultura gastronomica europea conta sulla dieta mediterranea, patrimonio intangibile dell’umanità.

FAIRFOOD riunisce università, esperti nel settore agroalimentare, consulenti ed educatori per un obiettivo triplice:

  1. Identificare e conservare conoscenze ancestrali su prodotti e modalità tradizionali di produzione, la conservazione ed il consumo di cibo a rischio scomparsa, nelle aree del progetto, come un modo di preservare questa eredità culturale.      
  2. Diffondere questo sapere tra la popolazione in generale e specialmente tra i più giovani, attraverso programmi di formazione in presenza ed online, ed essere presenti sui social network, con la collaborazione di opinion leaders ed influencers.
  3. Incoraggiare imprenditoria e continuità commerciale di questo tipo nelle aree rurali, nel rispetto dell’ambiente, per migliorare la loro attrattiva e competitività, attrarre e concentrare la popolazione.

Per raggiungere i suoi obiettivi, FAIRFOOD svilupperà:

  • La piattaforma online FairFood OER per informazioni e formazione su cibi tradizionali sani, con 3 sezioni, disponibili in 5 lingue (spagnolo, inglese, italiano, francese e portoghese).
  • FOODPEDIA, un deposito di conoscenze ancestrali su alimenti autoctoni, coltivazioni, tecniche di trattamento e conservazione, consumo, ecc., rispettose della loro natura e salute, che include ricette di cucina e preparazioni tradizionali, distribuite in 100 schede per renderle facilmente accessibili.
  • FAIRFOOD TOOLKIT, una collezione di 10 corsi su due livelli (elementare ed avanzato) sull’alimentazione sana basata su cibi naturali e locali, rivolti a studenti delle superiori (elementare) ed a professionisti e tirocinanti universitari nell’ambito della gastronomia e della nutrizione (avanzato).
  • TEST & VALIDATION, con la formazione di 250 studenti in presenza e la verifica di materiali e livelli sia online sia offline.

I risultati desiderati puntano ad un miglioramento nell’educazione alimentare della popolazione, specialmente tra i giovani, e ad una maggiore consapevolezza di questa eredità culturale. Per il mondo rurale, recuperare e mantenere queste attività è fondamentale per la sopravvivenza di molti centri e popolazioni, creando attività commerciali competitive ed ecosostenibili e riducendo lo spopolamento. Per l’ambiente, il ritorno a modalità di produzione meno aggressive si traduce in una riduzione dell’impatto ambientale.

FAIRFOOD sarà cofinanziato dal Programma Erasmus Plus della Commissione Europea e sarà attuato tra il 2020/22. Il progetto, guidato dall’Università di Malaga, riunisce 6 partner di 4 Paesi (Spagna, Italia, Portogallo e Belgio).

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su FAIRFOOD e altre iniziative di IDP European Consultants:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram

Competenze globali per far progredire l’inclusione sociale e le carriere professionali delle donne vulnerabili: BOOST è stato approvato!

Nel settembre 2020 l’Agenzia Nazionale spagnola Erasmus+ ha comunicato l’approvazione della proposta BOOST – Global competence for advancing social inclusion and career path of vulnerable women, nell’ambito della KA2 Cooperation for innovation and the exchange of good practices – Strategic Partnerships for adult education.

Con un’attenzione particolare alla promozione delle competenze globali, BOOST ha come interesse strategico quello di rivolgersi alle donne che attualmente si trovano ad affrontare vulnerabilità dovute al loro background migratorio e alle differenze culturali, ma si rivolge anche a quei professionisti che lavorano sul campo, come formatori, consulenti di carriera, assistenti sociali, mediatori interculturali. Entrambi i gruppi target saranno impegnati prima nelle sessioni del MOOC per la costruzione di competenze globali, e poi le donne applicheranno le competenze globali attraverso WebQuests. BOOST fornirà inoltre ai professionisti un servizio personalizzato di strumenti di coaching per supportare meglio queste donne nell’avanzamento del loro percorso di inclusione sociale e di carriera, utilizzando la competenza globale per affrontare le sfide che affrontano ogni giorno.

Per raggiungere i suoi obiettivi, BOOST svilupperà:

  • Un MOOC multilingue che offre un percorso flessibile di microapprendimento sulle competenze globali sia per i gruppi target, sia per le donne che per i professionisti
  • Una serie di WebQuest, che offrono attività di apprendimento orientate all’indagine, per promuovere la pratica della competenza globale tra le donne
  • Un programma su misura per equipaggiare i professionisti nel fornire supporto di coaching alle donne vulnerabili nell’avanzamento del loro percorso di inclusione sociale e di carriera, utilizzando la competenza globale per affrontare le sfide che affrontano ogni giorno. Il programma includerà un programma di coaching, una guida e raccomandazioni passo dopo passo e un kit di strumenti per sostenere i cicli di coaching. Questo programma di coaching può essere utilizzato in tutti i paesi, indipendentemente dall’età, dal background, dall’etnia

BOOST sarà cofinanziato dal Programma Erasmus Plus della Commissione Europea e sarà attuato tra il 2020/22. Il progetto riunisce 8 partner di 8 Paesi (Belgio, Grecia, Irlanda, Italia, Polonia, Portogallo, Spagna, Turchia).

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su BOOST e altre iniziative di IDP European Consultants:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram

Cybersecurity for Micro, Small & Medium Enterprises: la proposta CYBER-MSME è stata approvata!

Nel settembre 2020 l’Agenzia Nazionale Erasmus+ della Polonia ha comunicato l’approvazione della proposta CYBER-MSME – Cybersecurity for Micro, Small & Medium Enterprises, nell’ambito della KA2 Cooperation for innovation and the exchange of good practices – Strategic Partnerships for vocational education and training.

L’impatto economico della criminalità informatica è quintuplicato tra il 2013 e il 2017; la criminalità informatica è la forma di attività criminale in più rapida crescita, e le aziende sono il primo obiettivo con un costo per le imprese stimato in 5,2 trilioni di dollari in tutto il mondo entro il 2025. Secondo EUROPOL (“Internet Organised Crime Threat Assessment” 2018) gli attacchi sono diretti verso le piccole imprese, che forniscono i maggiori profitti potenziali e la minore resistenza.

In questo contesto, è di fondamentale importanza dare ai cittadini e agli imprenditori dell’UE le competenze necessarie per prevenire questa minaccia.

Gli obiettivi di CYBER-MSME sono:

– colmare le lacune di competenze identificate a livello europeo e nazionale per le micro e piccole imprese sulla sicurezza informatica

– sviluppare una formazione innovativa per fornire nuove capacità e competenze agli imprenditori e al personale delle PMI

– rendere possibile ai giovani di diventare “esperti di sicurezza informatica” e di individuare nuovi posti di lavoro nelle SMME. Il profilo di esperto di sicurezza informatica è molto richiesto: nel 2019, IBM riporta che il numero di posti di lavoro della Cybersecurity è cresciuto del 94%

– contribuire alla competitività e alla crescita delle micro e piccole imprese dell’UE fornendo una formazione e prodotti più pertinenti e di alta qualità per affrontare le sfide di cybersicurezza e migliore gestione delle minacce informatiche

CYBER-MSME sarà cofinanziato dal programma Erasmus Plus della Commissione Europea e sarà attuato tra il 2020/22. Il progetto riunisce 6 partner di 5 paesi (Belgio, Italia, Polonia, Romania e Spagna).

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su CYBER-MSME e altre iniziative di IDP European Consultants:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram

Vocational Education Solutions and Tools for fAmily enterprises: la proposta VESTA è stata approvata!

Nel settembre 2020 l’Agenzia Nazionale Erasmus+ – INAPP ha comunicato l’approvazione della proposta VESTA – Vocational Education Solutions and Tools for fAmily enterprises, nell’ambito della KA2 Cooperation for innovation and the exchange of good practices – Strategic Partnerships for vocational education and training.

Più di 14 milioni di imprese familiari in Europa forniscono il 50% del PIL e 60 milioni di posti di lavoro. In tempi di crisi, l’impresa familiare svolge un ruolo socio-economico cruciale come cuscinetto occupazionale e perno della crescita. Nonostante il loro ruolo, al momento non esistono programmi e iniziative adeguate alle esigenze specifiche delle imprese familiari la cui competitività è minata da sfide specifiche.

VESTA ha l’obiettivo di sostenere la crescita e di sostenere la competitività delle imprese familiari, affinché possano continuare a svolgere quel ruolo cruciale di ammortizzatore sociale e motore economico della crescita, sviluppando strumenti operativi innovativi e risorse formative. VESTA include partner del sistema della formazione professionale (sia formale che non formale), del sistema di supporto e di facilitazione dell’imprenditorialità, delle imprese familiari e del Terzo Settore.

Le attività che i partner realizzeranno in fase di implementazione includono:

  1. Sviluppo e costante aggiornamento della piattaforma VESTA in versione multilingua
  2. Mappatura dell’ecosistema delle imprese familiari per estrapolare le dinamiche delle imprese familiari al fine di colmare il divario individuato dalle istituzioni dell’UE
  3. Sviluppo di strumenti operativi a sostegno delle imprese familiari
  4. Sviluppo di una formazione innovativa, specificamente adattata e mirata alle imprese familiari
  5. Convalida degli strumenti di VESTA con almeno 200 imprese familiari

VESTA sarà cofinanziato dal programma Erasmus Plus della Commissione Europea e sarà attuato tra il 2020/22. Il progetto riunisce 6 partner di 5 paesi (Belgio, Germania, Italia, Slovenia e Spagna).

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su VESTA e altre iniziative di IDP European Consultants:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram

Smart Working – Formazione innovativa e flessibile per le PMI: la proposta SWIFT SME è stata approvata!

Nel settembre 2020 la Nationale Agentur Bildung für Europa beim Bundesinstitut für Berufsbildung (Agenzia nazionale Erasmus+ in Germania) ha comunicato l’approvazione della proposta SWIFT SME – Smart Working: formazione innovativa e flessibile per le PMI, nell’ambito della KA2 Cooperation for innovation and the exchange of good practices – Strategic Partnerships for vocational education and training.

Le Piccole e Medie Imprese dell’UE sono le più colpite dagli effetti negativi della pandemia COVID-19 e del lockdown: l’Europa è “chiusa per le imprese” e, mentre le grandi aziende dispongono di sistemi per implementare il telelavoro e lo Smart Working, le PMI (soprattutto le micro-imprese) non dispongono di sistemi ICT né di politiche per il lavoro a distanza per il loro personale. Inoltre, le PMI dell’UE sono le più esposte al rischio di non essere in grado di garantire la continuità del business e di essere resistenti in tempi di crisi. Soprattutto, sono meno inclini a raccogliere i benefici che lo Smart Working può portare a causa della mancanza di linee guida sulle soluzioni e pratiche ICT più adatte per implementare lo Smart Working. C’è quindi un bisogno pressante di equipaggiare le PMI e di dare al loro personale la possibilità di implementare lo Smart Working.

In questo contesto, SWIFT SME mira a:

  1. Colmare le lacune di competenze individuate dall’UE e dagli enti nazionali per dotare le PMI di capacità, competenze e soluzioni per essere più flessibili, reattivi ed efficienti nell’adattamento allo Smart Working.
  2. Fornire alle PMI e al loro personale gli strumenti per sviluppare competenze e abilità per adottare e adattarsi allo Smart Working per la loro resilienza, competitività e crescita.
  3. Migliorare la reattività e la flessibilità delle PMI dell’UE per garantire la continuità aziendale nei momenti di bisogno e di crisi, aumentando al contempo la loro competitività ed efficienza attraverso un efficace Smart Working.
  4. Aumentare la crescita e la competitività delle PMI dell’UE attraverso una formazione più pertinente e tempestiva per dotarle degli strumenti operativi e delle competenze necessarie per essere più resistenti e flessibili.

SWIFT SME produrrà una piattaforma OER multilingue contenente formazione e strumenti per lo Smart Working che sarà sviluppata e fornita ad almeno 120 studenti durante la realizzazione del progetto. I corsi di formazione saranno sviluppati sulla base di attività di mappatura e di analisi delle politiche a livello europeo. SWIFT SME sarà cofinanziato dal programma Erasmus Plus della Commissione Europea e sarà attuato tra il 2020/22. Il progetto riunisce 6 partner di 5 paesi (Belgio, Germania, Italia, Romania e Spagna).

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su SWIFT SME e altre iniziative di IDP European Consultants:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram

La proposta YOUNG FARMERS è stata approvata!

Nel settembre 2020, l’Agenzia nazionale Erasmus+ in Bulgaria ha comunicato l’approvazione della proposta YOUNG FARMERS – Rural Entrepreneurship Leveraging Advanced training for Young farmers, nell’ambito della KA2 Cooperation for innovation and the exchange of good practices – Strategic Partnerships for vocational education and training.

Le scarse competenze digitali, unite alla mancata integrazione degli strumenti digitali, sono due fattori che inibiscono la competitività del business dei giovani agricoltori e lo sfruttamento delle opportunità. In questo contesto, esiste la necessità di valorizzare e sostenere queste fragili categorie lavorative facendo leva su soluzioni imprenditoriali innovative applicate all’agricoltura.

YOUNG FARMERS mira a valorizzare un percorso di crescita sostenibile e competitivo per i giovani agricoltori fornendo loro una serie di strumenti formativi opportunamente personalizzati sulle loro principali esigenze. I contenuti formativi riguarderanno:

  • Competenze di base ICT
  • Modelli di gestione digitale e innovativi per l’agricoltura
  • Internazionalizzazione e mercato unico dell’UE
  • Iniziative UE per i giovani agricoltori

YOUNG FARMERS sarà cofinanziato dal Programma Erasmus Plus della Commissione Europea e avrà una durata di 24 mesi tra il 2020/22. Il progetto è stato presentato e sarà realizzato da un partenariato di sette organizzazioni provenienti da cinque paesi europei (Belgio, Bulgaria, Italia, Polonia e Spagna).

Nel Progetto, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi di educazione per adulti. IDP ha 25 anni di esperienza nella collaborazione internazionale e transfrontaliera nel campo della promozione dell’imprenditorialità. IDP contribuirà in modo significativo alle attività tecniche e operative del Progetto svolgendo attività di analisi e di mappatura dell’ecosistema italiano, contribuendo alla strutturazione dei moduli e allo sviluppo di metodologie per un insegnamento e un apprendimento efficace.

Per ulteriori informazioni su YOUNG FARMERS e altre iniziative di IDP European Consultants:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram

IDP European Consultants to present at the “European Rotors” in Cologne, 10-12 November

From November 10 to 12, IDP European Consultants will attend the EUROPEAN ROTORS conference, presenting the funding opportunities for the rotor industry under Horizon Europe.  IDP will hold three specialised training seminars over the three-day programme and host personalised individual meetings with participants.  Explore the programme at www.europeanrotors.eu/programme/overall-conference-programme.

The EUROPEAN ROTORS conference is jointly organised by the European Union Aviation Safety Agency (EASA) and the European Helicopter Association (EHA); it will be a first of a kind symposium for the rotor sector as a whole to do business and share knowledge: IF YOU ARE ROTORS – WE GOT IT! For more information about the EUROPEAN ROTORS visit the official website www.europeanrotors.eu

IDP provides consultancy services to different stakeholders from different sectors, spanning from microelectronics to helicopters: join us in Cologne, Germany, to explore opportunities from Horizon Europe to advance innovation.

www.idpeuropa.com

Local Adult Education Policy: Il progetto LEAP è stato approvato!

14 settembre 2020

L’Agenzia nazionale slovacca Erasmus+ ha comunicato l’approvazione della proposta LEAP, nell’ambito della KA2 Cooperation for innovation and the exchange of good practices – Strategic Partnerships for Adult Education.

L’obiettivo principale di LEAP è quello di contribuire al raggiungimento dell’obiettivo del 15% di partecipazione degli adulti all’apprendimento, come stabilito nella Strategia Europa 2020. Per fare ciò, è necessario promuovere migliori politiche sull’educazione degli adulti. Il Consorzio LEAP svilupperà perciò strumenti di apprendimento mirati per le autorità locali al fine di metterle in grado di comprendere e apprezzare l’importanza dell’educazione degli adulti e di essere pronte a redigere una politica locale per l’educazione degli adulti.

Inoltre, LEAP produrrà:

1) Una piattaforma aperta di risorse educative online.

2) Relazione sulle tendenze e le dinamiche nella definizione delle politiche locali nell’ambito dell’educazione per gli adulti.

3) Toolkit per i decisori politici, compreso un modulo di formazione. Il Toolkit sarà un insieme organizzato di conoscenze nei settori della politica locale e dell’educazione degli adulti. L’attenzione sarà attirata su potenziali argomenti per l’educazione civica a livello locale / casi di studio in materia di cambiamento climatico, competenze digitali, educazione sanitaria.

4) Guida alla definizione delle politiche locali per gli adulti.

LEAP sarà cofinanziato dal programma Erasmus Plus della Commissione Europea e avrà una durata di 24 mesi tra il 2020/22. Il progetto è stato presentato e sarà realizzato da un partenariato di sette organizzazioni di sei paesi europei (Belgio, Italia, Romania, Slovacchia, Spagna e Ungheria).

In LEAP, IDP porta la sua consolidata esperienza e competenza come fornitore privato di servizi educativi in materia di auto-empowerment e gestione aziendale, imprenditorialità e competitività. IDP vanta una comprovata esperienza di oltre 25 anni a livello internazionale ed europeo.

Per ulteriori informazioni su LEAP e su altre iniziative di IDP European Consultants:

www.idpeuropa.comFacebookLinkedInInstagram

© Copyright -